Sogno fiammingo:  Pedalando tra arte, storia, birra e cioccolato.

Vantando una vera e propria cultura delle due ruote, le Fiandre sono una meta ideale per gli amanti della bicicletta. Il loro territorio pittoresco, che ritroviamo nei quadri di pittori del rinascimento fiammingo come Hieronymus Bosch e Bruegel, presenta una fitta rete di itinerari ciclabili (fitsnetwerk) segnalati alla perfezione.

La ciclabilità urbana è oggetto di politiche di mobilità d’avanguardia. Qui la bicicletta, oltre ad essere oggetto di culto e di passione, è un mezzo di trasporto vissuto davvero a tutti i livelli! Nel centenario del primo conflitto mondiale, il nostro tour si svolge a partire dai Campi delle Fiandre “dove sbocciano i papaveri” e dove si combatterono le più aspre battaglie della prima guerra mondiale. Ypres, storica cittadina dell’entroterra a ridosso del confine francese, è circondata da un pittoresco paesaggio collinare. Vanta un glorioso passato medievale, testimoniato fra l’altro dal Lakenhalle, storico mercato dei tessuti e capolavoro del gotico brabantino. La Grande Guerra vi è ricordata in numerosi musei, percorsi ciclabili, monumenti.

Ogni sera presso il Mening Gate, si tiene una toccante commemorazione dei caduti di guerra. Il percorso ciclabile flirta con il litorale del Mare del Nord, attraversando piccoli villaggi tipici delle Fiandre Occidentali, per raggiungere Bruges. Le tappe successive prevedono il passaggio per la città dei merletti detta anche “la Venezia del Nord”, con il suo centro storico medievale circondato da canali navigabili in battello. Come è noto, Bruges è anche annualmente il punto di partenza della “prima delle classiche”. Il Giro delle Fiandre è corsa di grande intensità e rinomata per il suoi muri in pavé e la sua irripetibile atmosfera.

Prima di giungere nelle Ardenne fiamminghe, si prende la ciclabile LF5 Vlaanderen Fietsroute per fare tappa nella affascinante città di Gand. Antica capitale delle Fiandre e città natale di Carlo V, con le sue numerose chiese e cattedrali in stile gotico brabantino, la “città delle luci” custodisce numerosi capolavori dell’arte fiamminga del XV secolo. Il centro storico offre anche molte occasioni di convivialità, con i suoi angoli pittoreschi dove assaggiare una Gruut, tipica birra artigianale del luogo.

Attraverso la LF 30 (Schelde Deltaroute) si giunge nel cuore delle Ardenne Fiamminghe. Oltre al notevole contesto naturalistico la zona offre numerose opportunità di degustazione (le tipiche birre scure o fruttate, i dolci) e di visite a pittoreschi villaggi dell’intorno. Sede di un rinomato museo interattivo sulla bicicletta, Oudenaarde è ovviamente lo storico punto di arrivo del Ronde van Vlaanderen e vi si respira tutta l’atmosfera e la passione per le due ruote. Situata sulla riva destra della Schelde, Anversa ha fatto la sua fortuna per la posizione strategica del suo porto, che le ha permesso storicamente di fungere da collegamento tra il bacino mediterraneo e quello baltico, capitale del commercio internazionale e delle banche.

Nel centro storico della città si trova la Piazza del Mercato Grande, dove sorgono i principali monumenti cittadini e le preziose case delle Corporazioni erette tra il XVI e il XVII secolo. La città è sede di alcuni musei d’arte antica e contemporanea. La Casa di Rubens, splendido edificio seicentesco , oltre ad essere l’abitazione del pittore, custodisce diverse opere del grande maestro del Barocco Fiammingo. Attraverso la Stedenroute (LF2, che collega Amsterdam con Bruxelles), si scende verso Mechelen e Lovanio. Lovanio, forma italianizzata di Leuven, è la penultima tappa del nostro tour, prima di sbarcare nella “capitale d’Europa”. Sede di prestigiose istituzioni universitarie, capitale della birra, offre numerose gemme architettoniche, oltre ai giardini botanici più antichi del Belgio. Oltre che sede delle istituzioni Europee, Bruxelles è oggi una città estremamente poliedrica e ricca d’arte di ogni epoca. Capitale multiculturale a misura d’uomo, esprime ogni sera la sua vitalità nelle brasserie nei dintorni della Grand Place e nei caratteristici ristoranti che offrono le specialità del luogo.

Il nostro viaggio sarà un’occasione unica di entrare in contatto, attraverso incontri con istituzioni, associazioni e organizzazioni attive sul territorio, con l’avanguardia europea delle politiche per la mobilità ciclabili. Infine, il nostro viaggio è anche un immancabile percorso attraverso i sapori caratteristici: dal waterzooi alla carbonade flamande, dalle famose frieten (patate fritte) al cioccolato... il tutto accompagnato, neanche a dirlo, da un buon boccale di birra! 

 

PercorsoCirca 390 km - pianura e collina leggermente ondulata. Principalmente asfaltato, ma con qualche tratto di sterrato. Lunghi tratti di ciclabili dedicate e strade a basso traffico. Difficoltà: medio-facile. 

 

Bici consigliata Cicloturismo/city bike o mountain bike, con una normale scala di rapporti, efficiente e con set di riparazione (meglio se con una camera d’aria di sostituzione). Il casco non è obbligatorio ma è fortemente consigliato. Giacche fluo ed illuminazione anteriore / posteriore per rendersi visibili. 

Sabato 15 agosto

Partenza in bus con carrello. Arrivo a Metz nel pomeriggio, sistemazione in hotel a pochi minuti dal centro.

Cena e pernottamento 

Domenica 16 agosto

Dopo colazione, partenza in pullman per Ypres (circa 400 km). Arrivo in hotel. Dopo pranzo, briefing, collaudo biciclette e partenza su due ruote per un circuito che attraversa i luoghi dove si combatterono le più aspre battaglie della prima guerra mondiale. 47 km in bici, facile. Rientro all’albergo entro il tardo pomeriggio. Uscita libera per visitare il centro medievale ed assistere alla cerimonia di commemorazione dei caduti della prima Guerra presso il Mening Gate. Cena conviviale. 

Lunedì 17 agosto

Da Ypres a Bruges passando per piccoli villaggi tipici delle Fiandre Occidentali, sfruttando ciclabili ricavate da antiche linee ferroviarie, come le Groene 62. Partenza presto dopo colazione. Soste intermedie a Diksmuide e Torhout. Arrivo a Bruges nel primo pomeriggio e Check-in in hotel. Percorso in bicicletta: 65 km circa, medio-facile. Il tardo pomeriggio sarà dedicato alla visita al centro storico dalla Piazza del Mercato, alla Chiesa di Nostra Signora, al Beghinaggio. Sarà possibile effettuare un giro in battello attraverso i canali o visitare il museo della patatina fritta (quest’ultimo entro le 17 - visite non incluse). 


Martedì 18 agosto

Dopo colazione, si parte in bici per Gand. La ciclabile dedicata LF5 Vlaanderen Fietsroute consente di apprezzare al meglio l’incantevole paesaggio fiammingo, costeggiando corsi d’acqua, mulini e attraversando piccoli villaggi. Arrivo nel pomeriggio. Percorso in bici: circa 50 km, facile. Serata conviviale a Gand: visita del centro storico (lo raggiungeremo in bicicletta), e della cattedrale di San Bavone. Una o due birre in compagnia nella birreria Vooruit. Rientro in Hotel per la cena. 

Mercoledì 19 agosto

Partenza la mattina in bici per una tappa che ci farà giungere ad Oudenaarde, la porta delle Ardenne Fiamminghe. Il percorso della LF30 Schelde Deltaroute costeggia il corso d’acqua della Schelde. Arrivo per pranzo. In bici 33 km circa - difficoltà media. Nel primo pomeriggio visita al Museo del Ronde van Vlaanderen. Qui il pullman ci raccoglie per il trasferimento a Roeselare. Per i più coraggiosi ulteriore tappa in bici da Oudenaarde a Roeselare (42 km con qualche piccola salita e discesa - difficoltà media) dove trascorreremo la notte. Sistemazione in hotel a Roeselare. Cena in centro. 

Giovedì 20 agosto

Dopo colazione è previsto il trasferimento in pullman da Roeselare ad Anversa (circa un’ora e mezza - 110 km). La mattina si visiterà la città-porto di Anversa, storica capitale del commercio internazionale e delle banche. 

Nel primo pomeriggio, dopo pranzo, partenza in bici da Anversa per Leuven passando per Mechelen. 70 km pianeggianti – difficoltà media. La ciclabile LF2 Stedenroute collega Amsterdam con Bruxelles: è sfruttando un tratto di questo percorso dedicato che scenderemo in direzione Mechelen (Malines), dove faremo una breve tappa per apprezzare i carillon della chiesa Notre-Dame-au-delà-de-la-Dyle. Faremo quindi rotta su Leuven (Lovanio), famosa per essere sede di numerosi birrifici oltre che di una delle più antiche università d’Europa. Cena in centro. 


Venerdì 21 agosto

La mattina prevede la visita ad una Brasserie di Leuven. Partenza nel pomeriggio ed approccio a Bruxelles attraverso la Promenade Verte. Passaggio all’Atomium. Discesa lungo il canale e sistemazione in albergo e passeggiata fino alla Grand Place ed al Manneken Pis. In bici: 55 km circa con qualche dislivello – difficoltà media.

Sabato 22 agosto

La mattina avremo il piacere di incontrare alcuni rappresentanti di GRACQ (equivalente belga di FIAB) ed ECF per una interessante illustrazione delle politiche ciclabili in Belgio e delle iniziative portate avanti dalle loro rispettive organizzazioni. A metà mattinata, visita in bici al Museo del Cioccolato. In bici – 20 km circa. Pomeriggio libero (per chi vuole: possibilità di visita al Parlamentarium centro visitatori del Parlamento europeo). Cena in centro. 

Domenica 23 agosto

Partenza in pullman per Verona passando per Milano. Arrivo previsto in tarda serata.