Le Vie Verdi di Dalì

La Catalogna verde e surreale dei vulcani di Garrotxa, Girona, Costa Brava e Figueres

Biciviaggio FIAB dal 30/06 all'8/7

 

Programma di massima (suscettibile di variazioni)

 

Viaggio con mezzi propri (aeroporti di Barcellona o Girona) o col bus che è a disposizione, ma viaggia di notte. Il pullman rimarrà al seguito per tutto il tour per il trasporto bagagli ed eventuali emergenze. Chi lo desidera può anticipare la partenza o posticipare il ritorno per visite in autonomia a Barcellona o altre città della Catalogna.

Il pullman parte da Vicenza e sosta a Verona e Milano. Per chi proviene da altre città e vuole viaggiare in pullman, chiedere informazioni a: catalogna2018@biciviaggi.it

 

ATTENZIONE. SOLO ISCRIZIONI IN LISTA DI ATTESA

 

Difficoltà media. 

Bici consigliata: bici da turismo robusta con cambi di velocità o MTB. Sconsigliata la bici da corsa.

In Spagna l'uso del casco è obbligatorio al di fuori dei centri abitati.

Fondo: misto con asfalto e tratti di strade bianche e sterrato.

Accompagnatori FIAB: Michele Mutterle e Saverio Cusumano.

 

Per maggiori informazioni scrivere a catalogna2018@biciviaggi.it

 

Prima di partecipare è necessario prendere visione del regolamento dei biciviaggi e condizioni di recesso.

 

L’itinerario e le Vies Verdes

La Catalogna ci propone un cicloturismo alternativo che recupera le vecchie sedi ferroviarie dismesse per attraversare in sicurezza boschi mediterranei, spiagge, pinete, valli o cime di monti, che fanno tutti parte del patrimonio naturale di questa area a sud dei Pirenei. Le Vies Verdes possono avere una leggera pendenza, che in generale non supera il 3%, ma si tratta di percorsi molto sicuri, poiché in quasi tutti i tracciati è previsto il divieto di circolazione per i veicoli motorizzati. Sono in parte asfaltate, ma per lunghi tratti sono in uno scorrevole fondo battuto.

 

L’itinerario attraversa paesaggi di grande interesse, in un ambiente di notevole ricchezza architettonica ed artistica, che comprende la provincia della Garrotxa, scenario di una delle scuole pittoriche paesaggistiche più importanti della Catalogna, la città di Girona con il suo quartiere ebraico e le case affacciate sul fiume Onyar, le insenature e i paesini di pescatori della Costa Brava che hanno ispirato schiere di artisti e scrittori e gli incantevoli paesini medievali dell’Empordà, le rovine grecoromane di Empúries e il museo Dalí di Figueres. Inoltre, l’itinerario prevede richiami gastronomici di prima qualità, riconosciuti a livello internazionale; i piatti hanno come base la cucina di tradizione montanara delle zone interne e la cucina marinara con i suoi prodotti D.O.C.

 

Gran parte del percorso è segnalato. Durante le prime due tappe il Consorzio delle Vies Verdes ha inserito la sua immagine aziendale bipolare nella segnaletica delle stesse. Così, da una parte, il colore verde si assocerà alla montagna, vale a dire il Pirineu, e indicherà la direzione verso Olot. Dall’altra, il colore blu farà riferimento al mare, la Costa Brava, e indicherà la direzione verso Sant Feliu de Guíxols.

 


PROGRAMMA GIORNALIERO

Sabato 30 giugno  Ritrovo per la partenza del bus ore 17 da Vicenza.  Il bus sosterà  anche a Verona (h. 19) e a Milano (h.21).

 

Domenica 1 luglio arrivo previsto del bus ad Olot ore 14 circa. Possibile transfer da Girona ad Olot nel primo pomeriggio (non compreso nel costo del vaggio) per chi raggiunge la Catalogna in autonomia. Ore 16 escursione al villaggio medioevale di Sant Pau attraverso la via verde e le faggete del Parco Naturale della Zona Vulcanica della Garrotxa, come la famosa Fageda d’en Jordà (25 km A/R). Il parco si estende in un’immensa zona di vulcani, lava, crateri, ceneri e basalto che dà vita a spazi di infinita bellezza. Si tratta di un Parco Naturale unico nell’Europa continentale, dove si ergono trenta coni vulcanici, crateri, boschi di faggi su fiumi di lava e spettacolari gole con pareti in basalto, frutto di esplosioni millenarie. Un ambiente selvaggio dove diversi paesi si sono perfettamente integrati come il villaggio medioevale di Sant Pau che visiteremo. Percorso con leggere salite e tratti di sterrato, molto panoramico con tratti nel bosco del parco naturale. Cena in Hotel Hotel Borrell ***

Lunedì 2 luglio Olot – Girona 60 km. Percorso lungo la via verde Olot – Girona su ex ferrovia. Questo tracciato attraversa tre distretti e dodici comuni, lungo le valli dei fiumi Fluvià, Brugent e Ter. Il percorso avanza in lieve pendenza dal punto di partenza (Olot, 440 m s.l.m.) fino a quello di arrivo (Girona, 70 m); il punto più elevato è il colle d’En Bas, a 558 metri sul livello del mare. Il percorso è in ottime condizioni ed è stato risistemato con nuovi ponti, ringhiere e segnaletica. La pavimentazione è prevalentemente in sabbione compattato. L’Itinerario del Carrilet (ex ferrovia a scartamento ridotto) attraversa luoghi di grande importanza paesaggistica, ecologica e culturale. Comincia dalla Garrotxa e segue il percorso dell’antica ferrovia fino a raggiungere la valle del Ter e i pascoli di Salt e di Girona. La ferrovia, che un tempo metteva in comunicazione i distretti della Garrotxa e del Gironès, permette oggi di conoscere le risorse naturali della Zona Vulcanica della Garrotxa, il castello di Hostoles, la cascata del Molì dels Murris e i centri urbani di Anglès, Sant Feliu de Pallerols.

Arrivo a Girona nel pomeriggio entrando in città dalla Devesa (Albereto), il parco cittadino più rigoglioso della Catalogna. Cena in hotel Hotel Peninsular ***


Martedì 3 luglio Visita guidata Girona al mattino e resto giornata libera per visite e musei o per escursioni libere nei dintorni.

La cosiddetta “Ciudad de los Cuatro Ríos” (Città dei Quattro Fiumi) offre un centro storico dominato da costruzioni medievali e da edilizia di influenza romana, araba ed ebrea. La cinta muraria della Força Vella custodisce opere di notevole valore storico e artistico. Il Call di Girona è il quartiere ebraico meglio conservato della Catalunya e uno dei più importanti in Europa e le case colorate lungo l’Onyar uno spettacolo a tutte le ore del giorno e della sera.

Dopo la visita guidata in tarda mattinata incontro con Albert Duch, dell’Ente del Turismo della Costa Brava e Àngel Planas, Direttore Consorzio Vies Verdes che ci illustreranno come è stato deciso di realizzare le Vie Verdi e l'impatto che ha avuto sul turismo sostenibile della Catalogna.

La città offre al visitatore un approccio completo alla cucina locale, permettendo di degustare sia specialità a base di pesce che ricette preparate con i prodotti della montagna. Cena libera. Hotel Peninsular ***

Mercoledì 4 luglio Girona - Sant Feliu de Guíxols 45 km. Primi km lungo il fiume Riu Onyar, poi si segue la via verde Girona Sant Feliu de Guixols, fino al mare. L’Itinerario del Carrilet, presenta una lieve pendenza e va da Girona a Sant Feliu de Guíxols); raggiunge il punto più elevato a Cassà de la Selva (136 m). Seguendo il percorso dell’antica ferrovia a scartamento ridotto Girona - Sant Feliu, è possibile visitare due distretti – Gironès e Baix Empordà – dal bacino del Ter alla valle del Ridaura, attraversando la depressione della Selva. Questo tracciato è caratterizzato dalla poca pendenza e dalle curve ampie, in un percorso che sembra una linea sinuosa tracciata con precisione sul territorio. La pavimentazione è di un materiale granulare tipo sabbione, ben integrato nella tipologia dei terreni circostanti, ma ci sono anche i tratti urbani dei centri abitati attraversati. Uscendo da Girona, l’itinerario attraversa in primo luogo la depressione della Selva, caratterizzata da un paesaggio a mosaico in cui i campi coltivati si alternano ai terreni boscosi; nelle giornate più limpide si può ammirare un panorama magnifico, che spazia fino ai contrafforti più orientali dei Pirenei. La seconda metà del tracciato attraversa la valle del Ridaura e, superato un leggero dislivello, ci porta fino al mare, a Sant Feliu de Guíxols, da cui si contempla una vista stupenda. Il percorso è esclusivamente su ciclabile segnalata in sede propria o separata dalla strada. Si attraversa la campagna catalana più autentica. Percorso “mosso” ma senza salite impegnative, con tratti di sterrato. Tappa breve per permettere il pomeriggio libero per godersi il mare o la piscina dell’albergo. Cena in hotel Hotel Eden Roc ****


Giovedì 5 luglio Sant Feliu de Guíxols – Calella Palafrugells - l’Escala 70 km Ritorno in bus a Sant Feliu de Guíxols. Giornata molto varia con alcune brevi salite, tratti di ciclabile e strade asfaltate e sterrate. I primi km si percorrono sulla costa attraversando alcune delle stazioni balneari più famose della Costa Brava come Platja d’Aro e Palamos. Poi ci si addentra all’interno percorrendo la via verde del Tren Petit da Palamós a Palafrugell. Questa via verde, conosciuta come l’Itinerario del Tren Petit, ha una lunghezza di sei chilometri. Il suo tracciato scorre lungo una parte dell’antico percorso del trenino che collegava Palamós con Girona passando da La Bisbal d’Empordà. La strada attuale attraversa i comuni di Palamós, Mont-ras e Palafrugell. Il tratto ripristinato come via verde ci consente di esplorare gli stessi paesaggi della zona dell’Empordanet già descritti dallo scrittore catalano Josep Pla, attraversando la piana dell’Aubi, di grande valore agricolo e sormontata dai rilievi del massiccio de Les Gavarres e dai monti di Begur. Al termine della via verde d’obbligo una deviazione per vedere la caratteristica piccola baia nel borgo di pescatori Calella de Palafrugell, dopo di che ci si addentra ancora per stradine e piste ciclabili, attraversando villaggi medioevali tipici catalani, fino alla città di l’Escala, da dove il bus ci riporterà a Sant Feliu de Guíxols. Cena libera. Hotel Eden Roc ****

Venerdì 6 luglio In bus da Sant Feliu de Guíxols a l’Escala, visita alle rovine romane di Empúries e al paese medievale di Sant Martí d’Empúries. Il punto di partenza della tappa odierna è un luogo in cui storia e natura si incontrano: le rovine di Empúries, una parte dell’eredità che le antiche civiltà greca e romana hanno lasciato nella penisola iberica. Visiteremo questa antica colonia fondata dai greci nel VI secolo a.C. e occupata più tardi dai romani, che crearono una città propria nel I secolo a.C. Nel III secolo d. C., la città fu abbandonata e sparì coperta dalla sabbia delle dune. Questo singolare parco archeologico rimase nascosto per secoli finché nel 1908 cominciarono gli scavi che continuano ancora oggi. Maggior parte del percorso su strade secondarie in parte sterrate, lontano dal traffico. Giornata facile quasi totalmente pianeggiante. Passaggio dall’Empuriabrava, il porto turistico più grande d’Europa e alla cittadina del castello d’Empuries con la sua bellissima chiesa romanica di Santa Maria. Si arriva a Figueres dopo 45 km. Cena in hotel. Hotel Pirineus ****


Sabato 7 luglio Mattinata dedicata alla visita del teatro e Museo Dalì (biglietto da prenotare al momento dell’iscrizione) con la famosa stanza con “naso occhi e bocca” omaggio dell’artista a Mae West. Il teatro-museo Dalí di Figueres, l'oggetto surrealista più grande del mondo, presenta l'arte di questo maestro in tutta la sua pienezza, qui sono esposte alcune delle sue opere di maggior pregio, che vale la pena conoscere e che vanno dalle sue prime esperienze artistiche fino alle ultime creazioni. Tutto il percorso rappresenta un'esperienza straordinaria, che consente di addentrarsi in un mondo unico e affascinante. Il teatro contiene anche la tomba del geniale artista. Pomeriggio libero per la visita del resto della città. Partenza in serata dopo cena per chi va in bus. Possibilità di tornare in albergo per una doccia prima di cena. Per chi non torna con il nostro bus treni frequenti per Girona (1 h.) e per Barcellona (2 h.) Cena libera. Partenza ore 22.

Domenica 8 luglio arrivo bus a Vicenza primo pomeriggio circa con eventuali tappe a Milano e Verona



Informazioni per la partecipazione

 

La quota di € 800 comprende:

 

Il viaggio notturno in bus dalle città indicate in programma e il bus al seguito durante il tour, tre notti in hotel ****, tre in hotel *** in camere a due letti. In caso di partecipanti in numero dispari sarà possibile a rotazione la sistemazione in camere a tre letti separati. Trattamento di mezza pensione, tranne tre cene libere (3, 5 e 7 luglio), assicurazione medico bagaglio, assicurazione FIAB RC.

 

Sono esclusi i viaggi da e per le città di partenza del bus, l'eventuale transfer Barcellona - Girona - Olot per chi raggiunge la Catalogna con i voli, i pasti del mezzogiorno, le cene non in programma, il noleggio bicicletta, gli ingressi ai monumenti e musei, la visita guidata al teatro Dalì e quanto non espressamente elencato sopra.

 

Quota di acconto:

 €250  da versare entro 3 gg lavorativi dall'iscrizione al conto intestato a Caliba viaggi.

 

Nella causale dei bonifici indicare OBBLIGATORIAMENTE  il codice: 11CM18 CATALUNA , insieme al NOME E COGNOME dei paganti. In caso il primo paghi per due o più persone, il primo nominativo sarà l’intestatario della pratica.

 

Versamento acconti e saldo a Caliba Viaggi:



CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO

IBAN: IT12O 06225 11820 100000016885

BIC: IBSPIT2P (nel caso di bonifici provenienti dall’estero)

 

Servizi facoltativi:

 

+ Supplemento camera singola 200 € (esaurite).

+ Supplemento eventuale bici a noleggio da concordare direttamente col noleggiatore (qui la lista).

+ visita guidata al teatro/museo di Dalì a Figueres (10 €)

+ assicurazione annullamento (30 €)

 

Viaggio organizzato in collaborazione con Caliba Viaggi. Vedere le le condizioni generali dell'assicurazione medico/bagaglio ed annullamento

 

Il saldo comprensivo dell'eventuale supplemento per gli extra (camera singola, vista teatro Dalì) dovrà essere versato sullo stesso conto e con la stessa causale ENTRO IL 1° giugno 2018.

 

Pagamenti

Non effettuare alcun pagamento prima di essersi iscritti al modulo on-line.

 

Prima di iscriversi prendere visione delle penali in caso di recesso e del regolamento dei biciviaggi.

 

Assicurazione annullamento.

 L'assicurazione è facoltativa e non compresa nel costo del viaggio. Deve essere versata all’agenzia al momento del pagamento dell’acconto. Non è possibile attivarla in seguito.  In caso di rinuncia per motivi di salute propri o di familiari l'assicurazione rimborsa la penale dovuta secondo quanto contemplato nelle condizioni della polizza assicurativa.  Leggi condizioni di assicurazione

 

Per maggiori informazioni scrivere a catalogna2018@biciviaggi.it